venerdì 15 luglio 2016

Le componenti del Flow


Un argomento che fino ad oggi non abbiamo mai trattato riguarda lo "teoria del Flow" sviluppata dallo psicologo ungherese Mihaly Csikszentmihalyi. Il flow, conosciuto anche come esperienza ottimale, indica la condizione in un atleta raggiunge il suo picco prestativo, associato anche a uno stato d'animo positivo.

Quando si è nel Flow si è come trascinati da una corrente, che ci spinge, con forza e determinazione, nella direzione desiderata. Sportivamente parlando, questa condizione, può essere paragonata allo stato di Trance agonistica, in cui oltre a sperimentare uno stato di benessere, riusciamo a fruire pienamente delle capacità che ci sono proprie.

Per saperne di più...
Negli articoli successivi avremo sicuramente l'occasione di approfondire questo concetto, molto caro agli sportivi. Prima però di soffermarci ulteriormente su questo tema, elenchiamo i tasselli che definiscono un'esperienza di Flow:
  • In ogni instante si ha sempre la sensazione di avere un obiettivo chiaro e di sapere cosa fare;
  • Riusciamo a leggere i feedback a seguito di ogni azione che intraprendiamo;
  • Vi è un rapporto di equilibro tra le difficoltà del compito e le capacità possedute;
  • Vi è una fusione tra la nostra consapevolezza e le azioni che intraprendiamo;
  • Le distrazioni sono escluse dallo stato di coscienza;
  • La paura di fallire è assente;
  • I processi di auto-consapevolezza scompaiono;
  • Vi è un senso del tempo e dello scorrere del tempo distorto;
  • L'attività che stiamo compiendo diventa autotelica. Essa stessa è il fine di ciò che stiamo compiendo;
ARTICOLO A CURA DI:

1 commento:

  1. Su Wellgooo trovi le migliori proposte di attività all’aperto sport e naturalistiche in Italia e sul Lago di Garda per vivere il tuo tempo libero al massimo del divertimento: MTB, Rafting, Trekking, Barca a Vela e molte altre escursioni

    RispondiElimina