venerdì 14 ottobre 2016

Esercizi per la mente-corpo: il massaggio sulla pancia

L'esercizio che propongo oggi viene presentato nel libro di Maureen Murdock "L'immaginazione guidata con i bambini e gli adolescenti. Esercizi e tecniche per l'apprendimento, la creatività e il rilassamento" e si intitola "il massaggio sulla pancia".

Seppure il libro che prima ho citato sia indirizzato a bambini ed adolescenti, quando ho letto la presentazione di questo esercizio ho subito pensato che potesse avere un grande valore per gli sportivi, soprattutto per coloro che si rivolgono a discipline in cui la coordinazione motoria è un requisito importante. Tennisti, pallavolisti, calciatori, Trail Runner è la maggior parte degli atleti possono, a mio avviso, trarre grande giovamento da questo semplice esercizio.  

L'esercizio "il massaggio sulla pancia" favorisce la connessione tra mente e corpo, accresce la capacità di gestire consapevolmente il movimento degli arti (anche in contesti di grande confusione), sviluppa la coordinazione di sistemi complessi di movimento. Vi è inoltre la possibilità di creare delle connessioni tra i due emisferi cerebrali, uno più creativo e l'altro più razionale.

Ecco come svolgere l'esercizio:

- Alzarsi in piedi e piantare bene i piedi per terra, bilanciando il peso del corpo;
- Iniziare a massaggiare la propria pancia con la mano destra, ponendo attenzione alle sensazioni provenienti sia dalla mano, che dalla pancia;
- Con la mano sinistra iniziare a tamburellare sulla nuca, muovendo la mano verso l'alto e verso il basso;
- Iniziare a picchiettare con il piede destro sul pavimento
- Ora immaginare che nella parte sinistra del cervello si trovi un bambino che mangia un cono gelato;
- Nella parte destra del cervello ora si forma una scimmia che guida una bici;
- Infine iniziate a cantare una canzone a vostra scelta.

L'esercizio prevede un grado di complessità crescente e richiede, per la riuscita, di riuscire a svolgere movimenti motori contemporaneamente e indirizzare il pensiero in modo predeterminato. Se non riuscite subito a completare la sequenza non preoccupatevi! Con un pò d'esercizio diventerà sempre più semplice.

ARTICOLO A CURA DI:




Nessun commento:

Posta un commento