venerdì 30 giugno 2017

Tecnica di concetrazione: l'arcobaleno

Concentrarci non significa solo accrescere la concentrazione. Spesso significa sottrarre, lasciare spazio, fare in modo che la mente si liberi. Seguendo un'ottica sottrattiva, ci troveremo improvvisamente concentrati.
La tecnica dell'arcobaleno, suggerita da A. Jodorowsky nel suo libro "Psicomagia", agisce in questa direzione. Impegnandosi in una semplice attività, le parole ed i pensieri iniziano a dissolversi e la concentrazione germoglia come autogenerandosi.

Cosa fare? Per rendere più semplici i passaggi li elencherò in modo schematico.
  1. Chiudi gli occhi;
  2. Conta da 9 fino a 0, scandendo i numeri nella tua mente;
  3. Ora inizia a visualizzare il colore rosso davanti a te;
  4. Trasforma il rosso in arancione;
  5. L'arancione in giallo;
  6. Il giallo in verde;
  7. Il verde in azzurro;
  8. L'azzurro in azzurro scuro;
  9. L'azzurro scuro in violetto;
  10. Apri gli occhi.
Questa tecnica è talmente semplice che può apparire banale. Immaginare e visualizzare non sono però competenze scontate e vanno allenate per ottenere dei buoni risultati. Allenandovi vi accorgerete che nel conteggio da 9 a 0 la vostra mente acquisirà la capacità di svuotarsi sempre di più. Anche i colori diverranno più vividi e avvolgenti e questo porterà a livelli di concentrazione più elevati.

ARTICOLO A CURA DI:



Nessun commento:

Posta un commento